<?php the_title();?>

“Al contadino non far mai sapere quanto è buono il formaggio con le pere…” dicono. E se invece sapesse che c’è qualcosa di ancora più gustoso? La Provola dei Nebrodi al Verdello di Sicilia è un caciocavallo dal gusto inusuale, che delizia il palato di contadini… e non.

È una ricetta della tradizione contadina dei Monti Nebrodi, ma la sua bontà è diffusa in tutta la Sicilia: la Provola dei Nebrodi al Verdello di Sicilia è un formaggio semicotto a pasta filata. Il suo gusto inusuale è dovuto a una caratteristica altrettanto eccezionale. Anche se a prima vista sembra un normale Caciocavallo, al suo interno racchiude un limone Verdello, che una volta aperto sprigiona tutta la sua fragranza e il suo sapore.

La provola al limone Verdello è una variante della provola dei Nebrodi. Viene prodotta artigianalmente, con un metodo che rispetta la tradizione casearia del territorio da cui ha origine. La sua caratteristica peculiare sta tutta nell’abbinamento con il limone. Il Verdello viene inserito nel cuore del formaggio durante la fase di lavorazione, e racchiuso dentro la provola sprigiona il suo aroma. Questa tecnica conferisce al formaggio una speziatura aromatica e un sapore agrumato che lo rendono piacevole anche come fine pasto.

La provola dei Nebrodi è nota comunemente anche come “provola a sfoglia” o “provola del Casale”. La prima denominazione deriva dal fatto che, grazie alla tecnica usata per la produzione, ha una consistenza che la fa tendere a “sfogliarsi” in bocca. Il nome “provola del Casale”, invece, deriva dalla città di Casal Floresta, città in provincia di Messina, luogo originario di produzione di questo tipo di formaggio.